Sagra de li "Piatti Nosci"

Castrignano del Capo 11 Agosto 2016

Qualche notizia su Castrignano del Capo

Comune più a sud della Puglia, comprende nel suo territorio le frazioni di Giuliano di Lecce, Salignano e la nota località turistica Santa Maria di Leuca: tacco d'Italia.
Il centro vero e proprio è sorto intorno all'anno mille, infatti, dopo la distruzione della città di Vereto ad opera dei saraceni, per una esigenza di maggiore protezione i superstiti si rifugiarono nell'entroterra fondarono diversi borghi, tra cui Castrignano, il cui nome deriva dalla locuzione latina Castrum ovvero fortezza. Di quell'antico abitato è rimasto poco, ma il cuore del paese, il Borgo Terra, con le sue caratteristiche viuzze, e dove lungo il suo perimetro murario è situato lo splendido palazzo Fersini, riporta a quei tempi lontani. La Chiesa Madre, dedicata a San Michele Arcangelo, al cui interno si conserva una importante statua lignea di San Michele Arcangelo, dello scultore napoletano Nicola Fumo realizzata nel 1707; la Cappella dedicata alla Madonna edificata nel 1625 e quella intitolata a San Antonio costruita nel 1901, sono edifici degni di una attenta visita.

INFO:
338 20 18 942
339 87 70 144

La Sagra de li "Piatti Nosci"

La sagra nasce da una felice idea dell'Associazione Culturale 2000, che da anni si impegna nell'intento di conservare, far conoscere le origini, le radici, la cultura di Castrignano attraverso non solo l'arte culinaria, ma anche con la valorizzazione del suo centro storico che fa da splendida cornice alla stessa sagra. E in un contesto votato alla tradizione ecco le molte specialità "nosce" che si potranno assaporare tanto da mettere in difficoltà i visitatori, per i quali sarà non solo difficile scegliere ma in tanti avranno il rammarico di non poter gustare tutto perché tante le specialità che in questa sera si potranno trovare. E infatti come poter dire di no alle orecchiette o ai minchiareddhi conditi con il sugo di pomodoro, la ricotta "scante" o ancora con le cime di rapa. Come non farsi tentare dalle pittule preparate in maniera tradizionale o alla pizzaiola, o come non farsi catturare dal profumo che porta allo stand delle carni rosse dove gli gnummareddhi, il capicollo, la salciccia e i ricercati pezzetti di cavallo la fanno da padrona. E poi ancora come resistere ai piatti puramente contadini: la pitta de padate, le maranciane allu stanatu, le cicureddhe, le fave nette o sbucciate, i piselli secchi, i fagioli tutto rigorosamente in pignata: il tradizionale recipiente di terracotta. E per un piacevole finale i dolci della tradizione preparati come nonna vuole! E tutto questo rigorosamente accompagnato da abbondante vino paesano al ritmo travolgente della Pizzica dei BRIGANTI DI TERRA D'OTRANTO colonna sonora di una serata che vi sarà difficile dimenticare. Vi aspettiamo a Castrignano del Capo dove i Piatti Nosci diventeranno Vostri...
L'Associazione Culturale 2000, ancora una volta, desidera mettere in evidenza il suo motto "Insieme si può", grazie anche alla collaborazione della parrocchia, confidando nell'impegno di tutti e ricordando che l'intero ricavato della manifestazione sarà devoluto ad opere di sicuro interesse comune.

  • STAND 1: Pasta casereccia
  • STAND 2: Carne arrosto
  • STAND 3: Bruschette
  • STAND 4: Pittule
  • STAND 5: Frutta e dolci
  • STAND 6: Sformati vari
  • STAND 7: Pesce
  • STAND 8: Bibite
  • STAND 9: Bibite
  • STAND 10: Biglietteria
  • STAND 11: Biglietteria