Sagra della "Sciuscella"

Patù 6 Agosto 2018

Qualche notizia su Patù

Cenni storici: Patù è un piccolo comune posto all’estremità della penisola salentina, poco distante dal mare, con un glorioso passato, ricco di storia, che ha lasciato monumenti e luoghi che rendono questa cittadina un piccolo gioiello da scoprire poco per volta. Il suo nome deriverebbe dal greco Pathos ed è sorta sulle ceneri dell’antichissima Vereto leggendario centro messapico, di cui oggi rimangono alcune testimonianze monumentali, come le fondamenta delle mura che cingevano la città e diversi luoghi di sepoltura. Rasa al suolo ad opera dei saraceni nell’877 d.c. dalle sue rovine ebbe origine l’agglomerato urbano di Patù fondato da alcuni superstiti veretini che si spostarono a valle. Di seguito alcuni monumenti e località da vedere. Chiesa di San Giovanni Battista L’edificio edificato tra il IX e X secolo rispecchia lo stile romanico-bizantino. La costruzione si dice sia stata voluta come ringraziamento delle truppe cristiane guidate da Carlo Magno che riuscirono a vincere i saraceni, nella vasta piana denominata ancora oggi Campo Re, il 24 giugno dell’877 d.c., giorno di San Giovanni Battista a cui la chiesa per devozione venne eretta. Sulle pareti interne tracce di affreschi forse raffiguranti il santo. La Centropietre Originariamente utilizzata come tomba per dare degna sepoltura ad un importante generale di nome Geminiano, messaggero di pace trucidato dai Saraceni poco prima della battaglia di Campo di Re. L’antico monumento a forma rettangolare del IX secolo d.C. è stato edificato con cento grossi blocchi provenienti dalla vicina Vereto; presenta all’interno vari strati sovrapposti d’intonaci affrescati in stile bizantino ed è riconosciuto monumento nazionale di seconda classe. Chiesa di S. Michele Arcangelo Costruita nel 1564 su progetto dell’architetto neretino F. Centolanze. È ad una sola navata: oltre all’altare maggiore, ne conserva quattro laterali dedicati a San Michele, a San Francesco d’Assisi, alla Madonna del Rosario e alla Madonna del Carmine. L’organo del 1723 è stato recentemente restaurato ed ha una facciata con 25 canne e una tastiera con 45 pulsanti. Palazzo Romano Palazzo della omonima famiglia, che vide nascere e risiedere don Liborio Romano, giurista, patriota, ultimo ministro dell’interno del re di Napoli Francesco II di Borbone e personaggio chiave del Risorgimento italiano tanto da essere definito dal Cavour la miglior testa del mezzogiorno d’Italia. Palazzo Romano è adibito ad essere contenitore culturale.

Torre San Gregorio La baia incantata di San Gregorio è una delle spiagge più belle del Salento. Con il suo mare limpido e trasparente è senza dubbio una delle zone naturalistiche più attraenti ed è considerata uno dei siti più interessanti dal punto di vista archeologico; infatti era l’antico porto della città di Vereto e visibili sui suoi fondali i resti di antichi edifici portuali di età messapica e romana.

INFO:
331 83 95476
329 21 80 960
Pro Loco Patù - www.prolocopatu.it

La Sagra della "Sciuscella"

Anche quest’anno torna l’appuntamento con la Sagra "della Sciuscella". La manifestazione organizzata dall’Associazione Pro Loco Patu’ , coinvolge quasi tutte le famiglie della comunità. "Le Sciuscelle". Un piatto tipico della cucina contadina realizzato con ingredienti largamente diffusi nel passato nella cucina del Capo di Leuca. Durante la serata si potranno degustare oltre alle "sciuscelle" altre pietanze preparate secondo le antiche tradizioni dell’arte culinaria tramandata "da cummàre a cummàre", con ingredienti selezionati esclusivamente tra gli alimenti prodotti nelle più vicine aziende agricole e zootecniche della zona, il tutto accompagnato da un buon vino locale. La musica popolare salentina diventa la protagonista della serata con pizziche e canti popolari con: