Le Sagre per il sociale

Sagra de la Sciuscella: la Pro Loco Patù dopo aver contribuito al restauro della Chiesa Parrocchiale si pone quest’anno come scopo la realizzazione di un parco giochi in via Torquato Tasso.

Sagra de li Diavulicchi: l’Associazione li Diavulicchi di Morciano destina il ricavato al restauro della statua di San Giovanni Elemosiniere e al rifacimento ed agibilità di campi da tennis e calcetto adottati dalla stessa.

Sagra Agreste: la Pro Loco Corsano destina parte dei ricavi alla rigenerazione di zona Pozze, area sede dell’evento, e la restante per il compimento di ciò che rende questa cittadina conosciuta nel basso Salento: il suo Carnevale.

Sagra del pesce fritto e de li capu vacanti: I proventi della Sagra saranno utilizzati per l’organizzazione di eventi di interesse comune, come il Natale, ecc.

Sagra de lu Porcu Pri Pri: l’Associazione Pro Montesardo con il ricavato si pone come obiettivo la ristrutturazione dei campi sportivi oratoriali.

Sagra de le 4 pignate: voluta dalla Parrocchia S. Ippazio di Tiggiano per il completamento dell’oratorio struttura a servizio socio-ricreativo e per realizzare una piccola piscina per i ragazzi.

Sagra dei Cortili: organizzata dalla Parrocchia di Salignano, il ricavato è fonte di sovvenzionamento per le opere ed i bisogni parrocchiali.

Sagra del Pesce fritto: L'Associazione Marinai d’Italia sez. Castrignano/Leuca devolve il ricavato alla realizzazione di opere di pubblica utilità sul territorio e al completamento del monumento ai caduti del mare.

Sagra dell'Arte culinaria: L'Associazione Ariantica di Andrano dopo aver contribuito alla realizzazione delle strutture sportive dell’oratorio devolve quest’anno l’intero ricavato alla ristrutturazione del sagrato della chiesa Maria SS. delle Grazie.

Sagra de la Taranta: L'Associazione Culturale Centro Storico di Salve promuove con il ricavato della serata manifestazioni a carattere culturale sul territorio comunale e restauro di opere di notevole valore artistico.